RossoCinabro

Arte Contemporanea Roma

Thinking, Seeing Working,

Thinking, Seeing Working,

 

15 – 30 giugno 2018

È una mostra di artisti internazionali e per lo più di galleria, dal titolo “Working, Thinking, Seeing” tutto è appeso senza un apparente principio organizzativo. Non c’è nemmeno una data di chiusura ufficiale.

Una volta che vi siete sistemati nella mostra, tuttavia, i capricci della disposizione si trasformano rapidamente in una sorta di forza energizzante, poiché ogni opera d’arte distintamente diversa spinge i suoi gomiti nella direzione dei suoi vicini, alcuni più insistentemente di altri. La differenza tra le opere è molto evidente. Ma così la mostra va, con cambiamenti di tono che si combinano in momenti più disparati di quelli armoniosi, ma l’innata bellezza di ogni pezzo – c’è un senso magistrale di lucido evidente ovunque, anche nelle opere più emozionalmente crude – trasforma la scomposizione in sorpresa.

L’esposizione collettiva continuerà da Rossocinabro (Via Raffaele Cadorna 28, Roma) per molte settimane. Si prega di contattare la galleria al 06 60658125 per informazioni più specifiche. I nomi degli artisti

 

It’s a display of mostly gallery artists, perfunctorily titled ‘Working, Thinking, Seeing’ and hung without an apparent organizing principle. There isn’t even an official closing date.

Once you’ve settled into the exhibition, however, the vagaries of the arrangement quickly turn into a kind of energizing force, as each distinctly different artwork thrusts its elbows in the direction of its neighbors, some more insistently than others. The difference between the works is very evidence. But so the exhibition goes, with tone shifts tallying more disparate than harmonious moments, but the innate handsomeness of each piece — there is a masterful sense of polish evident everywhere, even in the most emotionally raw works — transforms disjointedness into surprise.

‘Working, Thinking, Seeing’  group show continues at Rossocinabro (Via Raffaele Cadorna 28, Roma)

 

Artisti

Janice Alamanou, Tamara Budnikova, Laslo Cikos, Jürgen Eckey, Jörg Galka-Teisseyre, Katharina Goldyn, Ana Paola González, Christina Haupts, Michael Jastrzembski, Osamu Jinguij, Barbro Jonasson,Aleksandra Kosoń, Lady Yupigold,Lisa J Levasseur, LiV, Sebastián López Durán, Stjepko Mamic, Walter Marin, Alexandra Mekhanik, Friedhard Meyer, Elvio Miressi, Muisco, Gabrielle Mutti, Mirja Nuutinen, Anja Stella Ólafsdóttir, Marlen Peix, Prussi, Michelle Purves, Daniela Rebecchi, Amanda Ruck, Meir Salomon, Martin Severinson, Dolors Simó, Christina Steinwendtner, Vera Tsepkova, Valérie Vandermotten, Anthony Vella

A cura di Cristina Madini e Joe Hansen

 

Rossocinabro

Via Raffaele Cadorna 28

00187 Roma

Tel 06 60658125

Visit: rossocinabro.com

Apertura lun-ven 11:00 – 19:00

 

http://www.rossocinabro.com/exhibitions/exhibitions_2018/165_working_thinking_seeing.htm

 

Annunci

Diversity Contemporary

Diversity Contemporary

 

21 – 31 maggio 2018

 

Opere dalla Cina, dal Giappone, dalla Turchia, da Israele, dall’Australia, dall’America Centrale, dagli USA e dal Canada e dall’Europa, i 30 artisti hanno scelto Roma come luogo di esposizione delle loro opere soprattutto come punto d’incontro per il dialogo e il confronto della loro arte. Essere diversi è il miglior modo di essere unici. L’unicità dovrebbe essere la nostra aspirazione e per raggiungerla dovremmo utilizzare la nostra creatività. L’esposizione esalta proprio questa unicità e la diversità identitaria propria dell’arte contemporanea.

La mostra, che Rossocinabro aprirà al pubblico lunedì 21 Maggio alle ore 11 presso lo spazio di Roma in Via Raffaele Cadorna 28, sarà strutturata in più momenti contemporanei e sinergici, tutti finalizzati a far conoscere, al pubblico, le tecniche e la poetica delle varie rappresentazioni artistiche. Saranno esposte 40 opere tra dipinti, sculture, fotografie e disegni.

“Non c’è un minimo comune denominatore, perché non lo abbiamo cercato” – spiega il curatore e organizzatore della mostra Joe Hansen – “sarà, dunque, quello analizzare e presentare i vari aspetti dell’arte contemporanea, mettendo in evidenza, il ruolo di valore artistico legato alla unicità e originalità di ognuna delle svariate e tutte ugualmente possibili letture che dell’opera originale vengono date”. La mostra sarà visitabile fino al 31 maggio da lunedì a venerdì dalle 11 alle 19.

 

Artisti

Alamanou Janice, Shlomit Anderman, Alan Cariddi,  Seth Chwast, Jörg Galka-Teisseyre, Santi García Cánovas, Mario Formica, Katharina Goldyn, Ana Paola González, Haupts Christina, Hans Johansson, Osamu Jinguij, Barbro Jonasson, Lady Yupigold, LiV, Sebastián López Durán, Walter Marin,  Friedhard Meyer, Muisco,  Marlen Peix, Michelle Purves, Prussi, Daniela Rebecchi, Amanda Ruck, Meir Salomon, Martin Severinson,  Dolors Simó, Vera Tsepkova, Anthony Vella, Laara WilliamSen

 

A cura di Joe Hansen

 

Rossocinabro

Via Raffaele Cadorna 28

00187 Roma

Tel 06 60658125

Visit: rossocinabro.com

Apertura lun-ven 11:00 – 19:00

 

http://www.rossocinabro.com/exhibitions/exhibitions_2018/164_%20diversity_contemporary.htm

 

 

 

CO-EXISTENCE

CO-EXISTENCE  3

21 -28 aprile 2018

 

Giunta alla 3a Edizione la mostra in questione sarà un vero e proprio concerto, che coinvolgerà artisti di varie nazionalità volti a vivere e a catturare gli sguardi sul proprio pensiero nomadista, su coesistenze e slittamenti; tutto attuato con tecniche diverse, e che nello spirito di queste trovano così il motivo di un’unità. Risulta evidente che la coesistenza di vari linguaggi artistici che si mettono in correlazione, si compenetrano e si integrano, diventa un parametro importante nella comprensione e valutazione di espressioni artistiche di realtà culturali diverse come strumento in grado di fornire una chiave di lettura unitaria. L’attenzione ai diversi linguaggi, la conoscenza e lo scambio con gli altri trovano modalità concrete e canali privilegiati di realizzazione proprio nei linguaggi artistici ed espressivi. Verso questa direzione conciliatrice, va letta, dunque, la capacità metamorfica dell’arte, sempre più tesa a scandagliare nelle dinamiche e nelle alterne coesistenze di sistemi oppositivi il rispetto e il riconoscimento dell’alterità che fatica e richiede una più matura riflessione. Aspirare ad avviare e a promuovere, passo dopo passo, la ricerca di una ragione comune, può infatti rendere conto di nuove possibilità di confronto e di crescita culturale.

 

Artisti: Shlomit Anderman, Yasmina Barbet, Massimo Barcaroli, Henrik Brøndsted, Alan Cariddi, Celina, Lubka Cibulová, Leonardo Cersosimo, Seth Chwast, Jari Di Giampietro, Josiane Dias, Jürgen Eckey,  Santi García Cánovas, Orna Geva, Katharina Goldyn, Federico Grazzini, Francesca Guetta, Christina Haupts, He Ping, Osamu Jinguji, Masha Kha, Aleksandra Kosoń, Lana Leuchuk, LiV, Luciano Loi, Sebastián López Durán, Stjepko Mamic, Vincenzo Messina, Friedhard Meyer, Elvio Miressi, Emanuela Montorro, Mirja Birgitta Nuutinen, Anja Stella Ólafsdóttir, Barbara Pazzaglia, Prussi, Michelle Purves, Daniela Rebecchi, Guiki Rivera, Selda, Dolors Simó, Christina Steinwendtner, Merideth Tancio, Laara WilliamSen, Lady Yupiigold, Emanuela Zavattaro

 

La mostra è curata da Cristina Madini

 

Rossocinabro

Via Raffaele Cadorna, 28

00187 Roma

 

Opening sabato 21 aprile dalle 17 alle 19

 

Visitabile da lun a ven 11-19

 

http://www.rossocinabro.com/exhibitions/exhibitions_2018/162_co-existence3.htm

September Contemporary

September Contemporary 

14 – 30 settembre, 2017

 

L’agenzia di arte G. Llc di New York,  presenta in collaborazione con Rossocinabro ‘September Contemporary.  Dal 14 al 30 settembre 2017, sono in mostra a Roma una selezione di opere  di artisti provenienti da Stati Uniti, Europa, Giappone e Australia.

L’evento dà una grande opportunità per investire in arte internazionale, ed è una vetrina per gli artisti ben consolidati e per i giovani talenti. I visitatori possono aspettarsi una varietà di dipinti, arte fotografica, arte urbana e sculture in diversi stili. La mostra è curata da Cristina Madini e Joe Hansen

 

The New York based G. Art Agency, Llc. presents the September  Contemporary | September 4 -30, 2017, selectes works works of artists from USA, Europe, Japan and Australia at RossoCinabro Gallery in Rome.

The event gives a great opportunity to invest into international art, and is a showcase of the well-established artist as well as young talent. Visitors can expect a variety of paintings, photography art, urban art and sculptures in different styles. The exhibition is curated by Cristina Madini and Joe Hansen.

 

Artists: Eduard Almashe, Renate Anding, Dina Babay, Helga Borbás, Elda Calabrese, Daniele Calvani, Chiara Casarini, Laura Casini, Giovanna Fabretti, Frans Frengen, Francesca Guetta, Jaanz Lynn, Osamu Jinguji, Angelika Kahl, Hiroshi Kawazumi, Agnieska Konopka, Mirella La Rosa, Lady Yupiigold, Sybille Lampe, Lisa J Levasseur, Giacoma Lo Coco, Lokke, Stjepko Mamic, Vincenzo Messina, Elvio Miressi, Päivyt Niemeläinen, Mirja Birgitta Nuutinen, Anja Stella Ólafsdóttir, Eva Paar, Vilma Panula, Daniela Rebecchi, Elke Reis, Peter Schudde, Christina Steinwendtner, Inga Svanberg, Martina Volandri, Anouk Wolse, Yalim Yildirim, Derya Yilmaz

 

Sul sito ci sono pagine di approfondimento per ogni singolo artista

 

a cura di Joe Hansen e Cristina Madini

IApertura al pubblico da  martedì 14 settembre

La mostra è aperta al pubblico 14 al 30 settembre  con orario 11:00-19:00

 

 

RossoCinabro

Via Raffaele Cadorna 28

00187 Roma Italia

info 06 60658125

Visitabile da lunedì a venerdì 11-19

Contemporary Collected

Contemporary Collected

3 – 28  luglio, 2017

 

Contemporary Collected is an exhibition that aspires to give you an insight of how European artists look like today. At two different venues in Rome and Tokio, we are showing a variety of selected items representing different disciplines.  Visitors can expect a variety of paintings, photography art, urban art and sculptures in different stylesand media. The exhibition is curated by Joe Hansen and Cristina Madini for RossoCinabro.

 

Contemporary Collected è una mostra che aspira a dare un’idea di come gli artisti europei si assomigliano oggi. In due diverse sedi a Roma e Tokio,  mostriamo una varietà di opere selezionate che rappresentano diverse discipline. I visitatori possono aspettarsi una serie di dipinti, fotografia d’arte, sculture, in diversi stili e media. La mostra è curata da Joe Hansen e Cristina Madini per RossoCinabro.

 

Artists: Davorka Azinović, Ann Pia Azizuddin,  Maia Cristina Caetano, Alan Cariddi, Chiara Casarini, Basilio Dipani, Giovanna Fabretti, James Mark Ford, Frans Frengen, Johannes Genemans, Francesca Guetta, Astrid Jacobs,  Jaanz Lynn, Anne Lise Kaaby, Angelika Kahl, Hiroshi Kawazumi, Gian Paolo Lazzarini, Lisa J Levasseur, Lokke, Stjepko Mamic, Vincenzo Messina, Elvio Miressi, Misamore, Massimo Musicanti, Päivyt Niemeläinen,  Frédérique Nolet de Brauwere, Anja Stella Ólafsdóttir, Eva Paar, Anne Pelkonen, Dr Martín Raskovsky,  Cristina Razzano, Daniela Rebecchi,  Delia Rivetti, Sami Gjuka, Peter Schudde, Christina Steinwendtner,  Paavo Stenius, Cornelia Teschi Kypridis, Valentina Tudor Pascu, Kees Woestenenk, Anouk Wolse

 

Sul sito ci sono pagine di approfondimento per ogni singolo artista

 

a cura di Joe Hansen e Cristina Madini

Opening lunedì 3 luglio dalle 13:00-15:00 solo su invito

La mostra è aperta al pubblico 3 al 28 luglio con orario 11:00-19:00

 

 

 

RossoCinabro

Via Raffaele Cadorna 28

00187 Roma Italia

info 06 60658125

Visitabile da lunedì a venerdì 11-19

Identità composite

Identità composite

 

15 – 30 ottobre 2016

 

In occasione della XII Giornata del Contemporaneo AMACI, con l’apertura straordinaria di sabato 15 ottobre, la galleria presenta al suo pubblico la mostra collettiva ‘Identità composite’.

Questa mostra risulta centrata  su  un’idea d’identità e le diverse relazioni che questa assume con il mondo e la realtà. Quella degli artisti in mostra è un codice d’espressività composita e multiforme le cui prerogative si stimano nel reciproco rapporto di individuali e consolidate capacità di osservazione che trovano riscontro in un’analisi e un discernimento orientati a specifici fini artistici e culturali.

Puntuali e determinate personalità conducono questi autori a favorire e manifestare, con analoga dimestichezza, le proprie potenzialità di pittori, scultori, fotografi e costruttori di interventi ambientali e di installazioni, come fossero ideali prosecutori della ingegnosa versatilità dell’arte della prima metà del XX secolo.

In ogni loro confrontarsi con la materia e con lo spazio che la delimita e la contiene, questi artisti utilizzano un radicato talento di sperimentatori e al tempo stesso un’ambizione tutt’altro che epidermica di allentare i vincoli e le regole dettate da una specifica tecnica o indirizzo stilistico.

Incuriosisce dunque la persona attenta, l’alternanza, tutt’altro che faticosa da leggere, di realizzazioni autonome una rispetto all’altra, che nel loro libero presentarsi rivelano identità non soffocate da quanto, a un primo sguardo, potrebbe manifestarsi come impreciso eclettismo. Un percorso immaginoso nel quale l’affabulazione audace dell’arte si identifica con l’avventura misteriosa del vivere umano.

 

Artisti: Aupié, Annamaria Biagini, Marco Cavalieri, Svity Chemerys, Beatrice Cofield, Alistair Cooke, Basilio Dipani, Giovanna Fabretti, Francesca Federico, Andreina Guerrieri, Astrid Jacobs, Angelika Kahl, Sophokles Koutris, Lokke, Stjepko Mamic, Katariina Mansikkaniemi, Stefano Mariotti, Martina Minardi, Joy Mo­­ore, Päivyt Niemeläinen, Anja Stella Ólafsdóttir, Rosa Maria Protopapa, Daniela Rebecchi, Eva Rossi-Kivimaki, Paolo Remondini, Alfio Sacco, Ursa Schoepper, Sheila, Rosana Soriano, Georgeta Stefanescu, Christina Steinwendtner, Elina Tammiranta Summa,  Ana Taveras, Lyndel Thomas, Vincenzo Vavuso

 

A cura di Cristina Madini

 

Opening sabato 15 ottobre dalle 18:00 alle 20:00

 

Rosso Cinabro

Via Raffaele Cadorna 28

00187 Roma

tel. 06 60658125

rossocinabro.com

rossocinabro@gmail.com
aperto dalle 11:00 – 19:00

 

Il dettaglio che ci piace

141_il_dettaglio_che_ci_piace

15 – 30 giugno 2016

 

La mostra ha l’intenzione di restituire il contatto diretto e immediato con le singole opere. Siamo circondati da immagini, (frase fatta ricorrente) ma in questo magma indistinto alcune immagini ci colpiscono, ci attraggono al primo sguardo. Senza rifletterci tanto, a volte siamo attratti da un  particolare, non dalla ricerca artistica, non dall’autore. Perché il dettaglio che ci piace arriva, talvolta, prima della comprensione. Perché l’esperienza dell’arte, è incentrata sull’attività dell’immaginazione, che di per sé è una funzione cognitiva presente anche nelle percezioni più comuni della realtà. Nell’arte sperimentiamo qualcosa di singolare che avvia  un processo emotivo, sensibile che non possiamo trovare altrove. Nell’opera d’arte l’immaginazione può dar vita  a qualcosa che non riusciamo a controllare  del tutto, ma verso cui siamo attratti perché sentiamo che vi è un qualcosa di irrinunciabile.

Le opere esposte sono di: Claudette Allosio, Olimpia Barbu, Vincenzo Basile, Antonio Cellinese, Beatrice Cofield, Alistair Cooke, Daniela Corallo, Andrea Cossu, Vincenza Cotugno, Andrés Escriva, Giovanna Fabretti, Francesca Federico, Alessandro Gozzuti, Andreina Guerrieri, Hannes Hofstetter, Anne Lise Kaaby, Sophokles Koutris, Cris Llarena, Stefano Mariotti, Bruno Mertens, Elvio Miressi, Joy Moore, Päivyt Niemeläinen,  Nicola Pica, Sandrine Pillon, Elena Poerio, Eva Rossi Kivimaki, Daniela Rebecchi, Alfio Sacco, Ingvill Solberg,  Fabio Snoze D’Agostino, Georgeta Stefanescu, Elina Tammiranta Summa, Ana Taveras, Tiril, Glenda Tuzza, Emilio Vacchiano

a cura di Cristina Madini

I visitatori possono aspettarsi una serie di dipinti, fotografia d’arte, sculture, in diversi stili e dei media.

RossoCinabro

Via Raffaele Cadorna 28 , 00187 Roma Tel 06 60658125  rossocinabro.com

Opening mercoledì 15 Marzo dalle 11:00 alle 18:00

Visitabile da lunedì a venerdì ore 11:00-19:00

PIETRO PASOLINI | Ritratti

Tibet_1

Tibet_1

Sulla scia del Festival internazionale di Roma, ancora in corso al Museo Macro, che quest’anno celebra il ritratto fotografico, RossoCinabro è lieta di presentare le opere dell’artista Pietro Pasolini. I ritratti raffiguranti volti e storie di paesi lontani, tutti rigorosamente in bianco e nero, saranno esposti dal 4 al 10 dicembre. Fin da giovane Pasolini si interessa alla fotografia e dopo aver conseguito il diploma alla Saint Martins, il college di arte e design di Londra, parte per un viaggio di sei mesi in solitario. Ispirato da fotografi quali Jimmy Nelson e Steve McCurry sceglie di focalizzarsi principalmente sulla fotografia ritrattistica immortalando cosi i volti di chi abita luoghi sperduti, isolati dei cinque continenti. Occhi, sguardi, rughe che raccontano storie, passato, fatica e ricerca interiore più di mille parole. L’opera diventa la rappresentazione del legame ideale tra il fotografo e la persona fotografata. Avendo confinata ammirazione per Salgado stampa quasi esclusivamente in bianco e nero poiché sostiene che i colori distraggono dall’intensità dello scatto, non permettendo di concentrare l’attenzione esclusivamente sulla personalità di chi vi è ritratto. Le foto, che sono il risultato di 3 anni di lavoro e di un totale di 4 lunghi viaggi, riescono a restituire il senso della ricerca artistica di Pasolini.

Following the decision of the Rome International Festival to dedicate this year’s exhibition at the Macro to photographic portraits, RossoCinabro is delighted to present the images of artist, Pietro Pasolini. Numerous portraits illustrating the lives and stories of individuals from isolated communities will be displayed from the 4th to the 10th of December. From an early age Pietro Pasolini has been fascinated by photography. Having attained a diploma from Saint Martins, the university of the arts in London, he departs for a six-month, solo journey across Asia. Inspired by photographers such as Jimmy Nelson and Steve McCurry, this young artist chooses to focus primarily on portrait photography, with the aim of immortalizing the faces of those who inhabit remote and secluded areas. Having a great deal of admiration for Salgado, Pasolini prints almost exclusively in black and white; akin to the Brazilian photographer, he believes that colors do not allow us to fully grasp the character of the person being portrayed. This exhibition is the outcome of many years of traveling and shooting, and wholly illustrates the artistic journey that Pasolini has undertaken over time. All photographs shown are numbered and are part of a single limited publication.

Le stampe fine art, in edizione limitata di 3 in diversi formati, sono stampate personalmente dall’autore.

a cura di Cristina Madini

Dal 4 al 10 dicembre 2014

Roma

Luogo: RossoCinabro

Costo del biglietto: ingresso gratuito

Telefono per informazioni: 06 60658125

E-Mail info: rossocinabro@gmail.com

Sito ufficiale: http://www.rossocinabro.com/

Orari:

da lunedì a venerdì 10:30-12:30 e 13:00-19:00 Sabato 10:30-12:30 e 13:00-19:00 Chiuso domenica

Se il pensiero non riesce ad essere niente, resterà qualcosa del pensiero

Flusso di pensieri blu - acrilici, chine, acquerelli e pennarelli su tessuto 200x215 di Gabriele Massaro

Flusso di pensieri blu – acrilici, chine, acquerelli e pennarelli su tessuto 200×215 di Gabriele Massaro

RossoCinabro dal 10 al 30 novembre 2014 organizza la mostra intitolata ‘Se il pensiero non riesce ad essere niente, resterà qualcosa del pensiero’.

Le opere esposte sono state realizzate da: Liana Barbato, Andrea Cimatti, Elena Lavinia Colombo, Julie Devine, Debora Di Donato, Giovanna Fabretti, Marta Fiorentini, Gianfranco Genoese, Claudia Giavarini, Ilaria Leganza, Valentina Lingria, Stefano Mariotti, Gabriele Massaro, Serafina Orgallo, Fabrizio Pesci, Federico Pisciotta, Daniela Rebecchi, Paolo Remondini, Tiziana Rufo, Alfio Sacco, Alessandro Scalabrini, Mario Tonino, Giovanna Valli, Vincenzo Vavuso

Tema della mostra sono il flusso di pensieri in un periodo in cui l’inquietudine, l’incertezza, l’instabilità si fanno sostanza del fare arte, con tutti gli interrogativi sulla sua funzione e sui suoi misteri. L’artista si situa con la fluidità dei suoi pensieri sparsi e i suoi flussi disordinati di coscienza nel liquido amniotico delle culture, nel loro scambievole e inevitabile contatto. C’è forte interesse nei confronti di questi argomenti, forse per reagire all’urgenza di un comune spaesamento e alla tensione che ciascuno di noi sente fra la voglia di conquistarsi uno spazio minimo individuale e quello di essere parte di un gruppo. La continua indagine in cui mente e corpo, pensare e sentire s’intrecciano e si confrontano appartengono alla capacità dell’arte figurativa, nelle sue diverse declinazioni e tecniche, di riflettere se stessi e la situazione ambientale e sociale, alla percezione delle idee e valori, al linguaggio della creatività secondo la sua visione.

La mostra, quasi un saggio di cultura visiva, trasmette in modo semplice, comprensibile e distinto quella fioritura artistica fatta di esplorazioni stilistiche, di simboli narrativi, di linguaggi figurati, dove si ha un assaggio del fatto che gli artisti non hanno esaurito energia e potenzialità.

Le opere scelte donano una esposizione accogliente, dove l’atmosfera armonica costituisce il pregio ed il messaggio della mostra, che modula le diverse voci tra similitudini e differenze in un collocamento dalla realizzazione raffinata, nello studio delle pratiche, e dedica il tutto ad uno spazio riservato e di imprevedibile vitalità.

A cura di Cristina Madini

RossoCinabro Via Raffale Cadorna 28 – 00187 Roma tel. 06 60658125 rossocinabro.com visitabile da lunedì al venerdì 11.00-19:00 ingresso libero

LE RELAZIONI

It is not a tree - drawing on polyethylen on mirror foil 100x70x6 cm  di Giovanna Valli

It is not a tree – drawing on polyethylen on mirror foil 100x70x6 cm di Giovanna Valli

Sala A- In occasione della X Giornata del Contemporaneo AMACI, con l’apertura straordinaria di sabato 11 ottobre, la galleria presenta al suo pubblico la mostra collettiva Le relazioni. Saranno esposte le opere di: Giovanni Boldrini, Marta Fiorentini, Mario Formica, Stefano Mariotti, Gabriele Massaro, Luca Pascucci, Federico Pisciotta, Daniela Rebecchi, Tiziana Rufo, Alfio Sacco, Giovanna Valli

Gli artisti amano l’associazione mentale, la franchezza d’intenti e sono sensibili nell’intuire il sentire contemporaneo. Oggi viviamo in una società stressata ed eccitabile, una società formata da singole individualità in costante ricerca di autonomia. Questo è un cammino chiaro e incontrovertibile. La globalizzazione fa il resto, provocando forzate nuove relazioni e convivenze. Questa situazione può essere fonte di resistenza se non si coltiva la più grande capacità dell’essere umano: il dialogo. Questa esposizione è un invito ad un dialogo sia tra artisti che tra artisti e lo spettatore e poco importa se lo sguardo non rispetta l’idea tradizionale. Attraverso la ripetizione, l’accumulazione o le molte trasformazioni, la sintesi, la memoria, l’occhio realizza il mondo, lo rivela anzi alla sua origine. Gli artisti e lo spettatore insieme possono creare un catalogo dinamico di forze, di stimoli, di volizioni che permette ad ambedue di tornare nuovamente a vedere.

Attività collaterali

Presentazione dell’ultimo volume di Annamaria Biagini in collaborazione con Florence Art Edizioni e Libreria Mondadori, Via Piave 18 Roma sabato 11 ottobre ore 17:00 gradita prenotazione (tel. 06 42014726), previsto laboratorio didattico per bambini età 5 – 11 anni (sarà presente l’artista)

RossoCinabro Via Raffaele Cadorna 28, Roma tel 06 60658125 rossocinabro.com visitabile da lunedì a venerdì ore 11:00-19:00  opening sabato 11 ottobre ore 17:00  ingresso libero

THE RELATIONSHIPS

For the Tenth Day of Contemporary AMACI, RossoCinabro gallery presents a group exhibition ‘The relationships’ with a special opening on Saturday 11th October. Its will exhibits the works of Giovani Boldrini, Marta Fiorentini, Mario Formica, Stefano Mariotti, Gabriele Massaro, Luca Pascucci, Federico Pisciotta, Daniela Rebecchi, Tiziana Rufo, Alfio Sacco, Giovanna Valli

The artists love the mental association, the frankness of intent and are sensitive in the sense the contemporary feel. Today we live in a stressed and excitable society, a company formed by single individuals are constantly looking for autonomy. This is a path clear and incontrovertible. The globalization does the rest, causing forced new relationships and partnerships. This situation can be a source of strength if you do not cultivate the largest capacity of the human being: the dialogue. This exhibition is an invitation to a dialogue among artists and between artists and the audience, and it does not matter if the look does not respect the traditional idea. Through repetition, accumulation or the many transformations, synthesis, memory, eye realizes the world, rather it reveals its origin. The artists and the audience together can create a dynamic catalog of forces, stimulation, volitions that enables them both to come back again to see.

Collateral event

Presentation of the last volume of Annamaria Biagini in collaboration with Florence Art Editions and Libreria Mondadori, Via Piave 18 Rome Saturday, October 11 at 17:00 (reservation tel. 42,014,726 06) provided for educational workshop for children aged 5-11 years (the artist will be present)

 

 

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: